STORIA












I Premi Vittorio De Sica sono stati istituiti da Gian Luigi Rondi nel 1975 (un anno dopo la morte del regista) nell'ambito degli Incontri Internazionali del Cinema che aveva fondato e che dirigeva. 

Gli Incontri, con gli auspici del Ministero dello Spettacolo e della Regione Campania, proponevano ogni anno la cinematografia di un Paese diverso, proseguendo su questa linea, a Sorrento e a Napoli, fino al 1990, quando Gian Luigi Rondi, prima membro del Consiglio Direttivo della Biennale di Venezia, e poi Presidente, rinunci a dirigerli. 

Fino a quella data i Premi Vittorio De Sica, in coincidenza con gli Incontri con le singole cinematografie, furono così assegnati: 

1975. Incontro con il Cinema Iugoslavo
Vittorio De Sica, alla memoria per il cinema jugoslavo: France Štiglic, Vatroslav Mimica, Miloš Radivojević, Ljubiša Samardžić, Dušan Vukotić

1976. Incontro con il Cinema della Repubblica Federale Tedesca 
Volker Schlöndorff
Bö Widerberg 

1977. Incontro con il Cinema Svizzero
per il cinema svizzero: Leopold Lindtberg 
per il contributo all'affermazione internazionale del cinema svizzero in lingua italiana: Villi Hermann 
per il contributo alla diffusione nel mondo della cultura cinematografica svizzera: Freddy Buache
un premio speciale venne attribuito al regista americano King Vidor 

1978. Incontro con il Cinema Scandinavo 
per il cinema svedese: Ingmar Bergman
Harry Schein, Svenska Film Institutet
Jörn Donner, regista
Liv Ullmann, attrice
Erland Josephson, attore 
Museo Danese del Film 

1979. Incontro con il Cinema Italiano
per il cinema italiano: Alessandro Blasetti 
attori: Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi
attrici: Mariangela Melato, Monica Vitti 
costumisti: Danilo Donati 
direttori della fotografia: Tonino Delli Colli, Giuseppe Rotunno, Vittorio Storaro 
documentaristi: Folco Quilici 
montatori: Nino Baragli, Ruggero Mastroianni
musicisti: Ennio Morricone, Piero Piccioni, Armando Trovajoli
produttori: Mario Cecchi Gori, Franco Cristaldi, Luigi De Laurentiis 
registi: Michelangelo Antonioni, Federico Fellini, Francesco Rosi 
soggettisti e sceneggiatori: Age, Sergio Amidei, Furio Scarpelli
scenografi: Mario Chiari, Mario Garbuglia, Luigi Scaccianoce

1980. Incontro con il Cinema Australiano 
per il cinema australiano: Peter Weir, alla carriera 
Judy Davis, attrice 
Bryan Brown, attore
Bruce Beresford, regista 
Tim Burstall, regista 
Joan Long, sceneggiatrice
un premio speciale venne attribuito al pittore Renato Guttuso 

1981. Incontro con il Cinema Giapponese 
Akira Kurosawa 

1982. Incontro con il Cinema Portoghese e Spagnolo 
per il cinema portoghese: Manoel de Oliveira 
per il cinema spagnolo: Luis García Berlanga 
per il cinema italiano: Francesca Bertini, Carlo Ludovico Bragaglia 
per la cooperazione cinematografica italo-spagnola: Fernando Rey premi speciali 
per le arti a: Giacomo Manzù, Goffredo Petrassi, Mario Soldati 

1983. Incontro con il Cinema Belga ed Olandese 
per il cinema belga: André Delvaux 
per il cinema olandese: Joris Ivens 
per il cinema italiano: Nanni Moretti, Maurizio Nichetti, Salvatore Piscicelli, Massimo Troisi, Carlo Verdone, Giuliano Gemma, Francesco Nuti 
premi speciali per le arti a: Franco Mannino (musica), Maurizio Scaparro (teatro), Renzo Vespignani (pittura) 

1984. A Roma, in Campidoglio
per Roma e il cinema: Luigi Magni 
per la cultura del Mezzogiorno: Enzo Decaro, Giancarlo Giannini, Nanni Loy, Pasquale Squitieri, Marina Suma 

1985. Incontro con il Cinema Francese
per la letteratura: Alberto Bevilacqua 
per la pittura: Fabrizio Clerici 
per il teatro: Vittorio Gassman
per la musica: Mario Nascimbene
per la scultura: Giò Pomodoro 
per il cinema: Paolo Taviani, Vittorio Taviani, Fanny Ardant, Bronia René Clair, Gérard Dépardieu, Jean Gruault, Claude Lelouch, Louis Malle, Bertrand Tavernier 

1986. Incontro con il Cinema Italiano 
Amintore Fanfani 
per le arti: Ennio Morricone (musica) Michele Prisco (letteratura) Aligi Sassu (pittura) Giorgio Strehler (teatro)
per il cinema: Pupi Avati, Luca Barbareschi, Valeria Golino, Gina Lollobrigida, Massimo Mazzucco, Mario Monicelli, Michele Placido, Ugo Tognazzi, Lina Wertmüller 
per la televisione: Albino Longhi, Emmanuele Milano, Sandro Paternostro 

1987. Incontro con il Cinema Argentino
Giulio Andreotti 
per il cinema argentino: Mario Sábato, Héctor Olivera, Manuel Antín, Beatriz Guido
per il cinema italiano: Ugo Tognazzi 

1988. Incontro con il Cinema Brasiliano
per il cinema brasiliano: Nelson Pereira dos Santos, Jorge Amado, Luiz Carlos Barreto, Sonia Braga, Chico Buarque de Hollanda, Betty Faria, Walter Hugo Khouri
per il cinema italiano
attori: Christian De Sica, Ricky Tognazzi, Nino Castelnuovo, Franco Nero, Barbara De Rossi, Florinda Bolkan, Catherine Spaak, Giancarlo Giannini
registi: Gillo Pontecorvo, Carlo Lizzani, Giuliano Montaldo
giornalisti: Lello Bersani (alla carriera), Vincenzo Mollica (per il giornalismo cinematografico in TV), Michele Anselmi (per la giovane critica) 
per la cultura: Roman Vlad (musica), Bruno Caruso (pittura), Mario Nascimbene (musica da film) 

1989. Incontro con il Cinema Sovietico 
per il cinema italiano: Mario e Vittorio Cecchi Gori, Carmine Cianfarani, Silvio Clementelli, Franco Cristaldi, Luigi e Aurelio De Laurentiis, Goffredo Lombardo 
per il cinema sovietico: Sergej Bodrov, Vladimir Chotinenko, Valerij Priemychov, Sergej Olegovich Snezchin, Vyacheslav Alexeyevic Sorokin, Andrej Tarkovskij 

1990. Incontro con il Cinema Polacco 
per il cinema italiano: Alberto Lattuada, Mario Pesucci, Gian Maria Volonté
per il cinema polacco: Krystyna Janda, Krzysztof Kieslowski, Boleslaw Michalek, Andrzej Wajda